La prima volta che siamo andati a vedere questa abitazione abbiamo pensato che fosse tutto perfetto così com’era e non capivamo che contributo potessimo dare noi ad una casa così ben pensata ed arredata. Ma Gianfranco e Rossella stavano già guardando avanti ed avevano altri progetti per la casa dove erano cresciuti come famiglia… era arrivato il momento di dare un po’ di privacy a loro figlio, Lorenzo, lasciando a suo totale uso la mansarda.

Ed ecco allora il progetto, bisognava separare la mansarda dall’appartamento e, perché no, con il nuovo assetto ripensare anche all’ASPETTO!
Abbiamo proposto 2 ipotesi di progetto:

e, su decisione di Lorenzo, il risultato è stato un mix delle due idee:
– il vano scala è stato isolato con una struttura tondeggiante in cartongesso;
– è stato creata un’entrata esclusiva, per evitare che la porta di ingresso dal vano scala condominiale aprisse direttamente sulla camera da letto, come era prima;
– è stato inserito uno specchio nella zona di passaggio verso il bagno e la camera per dilatare lo spazio;
– il ripostiglio, che prima apriva sul salone, adesso è diventato una piccola cabina armadio con accesso dal bagno;
– è stata progettata una libreria sulla parete del soggiorno utilizzando cartongesso, legno e giocando con i colori;
– i COLORI! Anche qui hanno giocato un ruolo fondamentale. La scelta è caduta su due tonalità di grigio e su un azzurro balena, utilizzati su poche pareti, poche ma buone! Tutto il resto bianco per esaltare ancora più i colori ed illuminare lo spazio;
– ed infine le LUCI!… messe nei punti giusti hanno completato l’opera e creato la magia.

L’effetto finale è risultato di grande eleganza ed in sintonia con il parquet e con gli arredi preesistenti.

Collaborare con il gusto di Gianfranco, Rossella e Lorenzo è stato stimolante e gli incontri in “cantiere” sempre divertenti, insomma, un’esperienza che ha lasciato il segno!